Angolo del Parroco

L’UOMO SOGNATO DA DIO
Natale: anche quest’anno viene come “dono” per la nostra vita di uomini e donne del XXI° secolo, affamati e assetati di pace, di serenità, di speranza…di futuro. Abbiamo bisogno di fermarci…abbiamo bisogno di interrompere la corsa continua che la vita quotidiana ci impone. Siamo sempre più affaticati, ansimanti per poter arrivare dappertutto; siamo sempre di corsa e vediamo ogni giorno svanire, con la luce del sole, la possibilità di riposare, felici di aver compiuto il nostro dovere ed aver fatto tutto quello che ci eravamo proposti. Ora, con l’arrivo del Natale e di tutto il tempo liturgico che lo contiene (fino alla festa dell’Epifania il 6 gennaio), abbiamo la possibilità di fermarci, di riprendere fiato, di guardare al quotidiano con la luce della stella…abbiamo la possibilità di contemplare quel Bambino che è la nostra salvezza…abbiamo l’occasione per accogliere il dono di vita e di futuro che Lui porta con sé.

Continua a leggere...

 

AVVISO

bulVERSO LA GIORNATA MONDIALE DEL MALATO

Martedì della prossima settimana, 11 febbraio, memoria delle apparizioni della Madonna a Lourdes, si celebra la 28^ GIORNATA MONDIALE DEL MALATO.
Nella nostra chiesa, alle ore 10.30, preghiera del Rosario, rito della comunione e aperitivo (nell'atrio). Sono invitati anziani, ammalati e tutti coloro che desiderano partecipare a questo momento di preghiera e di fraternità.
Se c'è bisogno di aiuto nell'accompagnare le persone, rivolgetevi in portineria o ai padri.

E... PASSATE PAROLA A TUTTI!

Notizie

bulRicordo che ogni giorno, dal lunedì al sabato, l’adorazione eucaristica seguirà questo orario: mattino dalle 9.00 alle 11.00; pomeriggio dalle 16.00 alle 18.00 (eccetto il venerdì). In questi orari sarà possibile accostarsi al sacramento della Riconciliazione (Confessione), a meno di indicazioni diverse. In domenica l’adorazione eucaristica si svolgerà dalle 17.00 alle 19.00

bulIn parrocchia c’è bisogno di volontari per il servizio della portineria, in alcuni giorni della settimana, soprattutto il mercoledì pomeriggio (1° e 3° del mese, dalle 17.00 alle 19.00), il giovedì mattina (dalle 9.00 alle 12.00), il sabato mattina (9.00 – 12.00) e pomeriggio (17.00-19.00).
Chi pensa di poter dare una mano, parli con p. Maurizio

bulNella nostra chiesa, alle ore 10.30, preghiera del rosario, rito della comunione, e aperitivo. Sono invitati anziani, ammalati, e tutti coloro che desiderano unirsi.

Se c’è bisogno di aiuto nell’accompagnare le persone, rivolgetevi in portineria o ai padri.

ANGELUS

2 FEBBRAIO 2020
Cari fratelli e sorelle, buongiorno!
Oggi celebriamo la festa della Presentazione del Signore: quando Gesù neonato fu presentato al tempio dalla Vergine Maria e da san Giuseppe. In questa data ricorre anche la Giornata della vita consacrata, che richiama il grande tesoro nella Chiesa di quanti seguono il Signore da vicino professando i consigli evangelici.
Il Vangelo (cfr Lc 2,22-40) racconta che, quaranta giorni dopo la nascita, i genitori di Gesù portarono il Bambino a Gerusalemme per consacrarlo a Dio, come prescritto dalla Legge ebraica. E mentre descrive un rito previsto dalla tradizione, questo episodio pone alla nostra attenzione l’esempio di alcuni personaggi. Essi sono colti nel momento in cui fanno esperienza dell’incontro con il Signore nel luogo in cui Egli si fa presente e vicino all’uomo. Si tratta di Maria e Giuseppe, Simeone e Anna, che rappresentano modelli di accoglienza e di donazione della propria vita a Dio. Non erano uguali questi quattro, erano tutti diversi, ma tutti cercavano Dio e si lasciavano guidare dal Signore.
L’evangelista Luca li descrive tutti e quattro in un duplice atteggiamento: atteggiamento di movimento e atteggiamento di stupore.
Il primo atteggiamento è il movimento. Maria e Giuseppe si incamminano verso Gerusalemme; da parte sua, Simeone, mosso dallo Spirito, si reca al tempio, mentre Anna serve Dio giorno e notte senza sosta. In questo modo i quattro protagonisti del brano evangelico ci mostrano che la vita cristiana richiede dinamismo e richiede disponibilità a camminare, lasciandosi guidare dallo Spirito Santo. L’immobilismo non si addice alla testimonianza cristiana e alla missione della Chiesa. Il mondo ha bisogno di cristiani che si lasciano smuovere, che non si stancano di camminare per le strade della vita, per recare a tutti la consolante parola di Gesù. Ogni battezzato ha ricevuto la vocazione all’annuncio - annunciare qualcosa, annunciare Gesù -, la vocazione alla missione evangelizzatrice: annunciare Gesù! Le parrocchie e le diverse comunità ecclesiali sono chiamate a favorire l’impegno di giovani, famiglie e anziani, affinché tutti possano fare un’esperienza cristiana, vivendo da protagonisti la vita e la missione della Chiesa.
Il secondo atteggiamento con cui San Luca presenta i quattro personaggi del racconto è lo stupore. Maria e Giuseppe «si stupivano delle cose che si dicevano di lui [di Gesù]» (v. 33). Lo stupore è una reazione esplicita anche del vecchio Simeone, che nel Bambino Gesù vede con i suoi occhi la salvezza operata da Dio in favore del suo popolo: quella salvezza che lui aspettava da anni. E la stessa cosa vale per Anna, che «si mise anche lei a lodare Dio» (v. 38) e ad andare ad indicare alla gente Gesù. Questa è una santa chiacchierona, chiacchierava bene, chiacchierava di cose buone, non cose brutte. Diceva, annunciava: una santa che andava da una all’altra donna facendo loro vedere Gesù. Queste figure di credenti sono avvolte dallo stupore, perché si sono lasciate catturare e coinvolgere dagli avvenimenti che accadevano sotto i loro occhi. La capacità di stupirsi delle cose che ci circondano favorisce l’esperienza religiosa e rende fecondo l’incontro con il Signore. Al contrario, l’incapacità di stupirci rende indifferenti e allarga le distanze tra il cammino di fede e la vita di ogni giorno. Fratelli e sorelle, in movimento sempre e lasciandoci aperti allo stupore!
La Vergine Maria ci aiuti a contemplare ogni giorno in Gesù il Dono di Dio per noi, e a lasciarci coinvolgere da Lui nel movimento del dono, con gioioso stupore, perché tutta la nostra vita diventi una lode a Dio nel servizio dei fratelli.

Avvisi della Settimana

LUNEDI' 3 FEBBRAIO
Ore 18.00 Catechismo della iniziazione cristiana
Ore 20.30 : Incontro del "Gruppo del Lunedì" (2° salone)

MERCOLEDI' 5 FEBBRAIO
Ore 17.00 Catechismo della iniziazione cristiana per i bambini Scout

GIOVEDI' 6 FEBBRAIO
Ore 19-20 Adorazione eucaristica comunitaria

VENERDI' 7 FEBBRAIO
Ore 11.00 Messa per il primo venerdì del mese Ore 18.30 Gruppi del “Post Cresima”

Orari Sante Messe

  • eu
  • FERIALE
  • Apertura della Chiesa: ore 6.30
  • SS.Messe: 7.00- 8.30- 18.30
  • La Chiesa resta chiusa dalle 12.30 alle 17.00
  • FESTIVO
  • Apertura della Chiesa: ore 8.00
  • SS.Messe: 9.00- 10.30- 12.00- 19.30
  • La Chiesa resta chiusa dalle 13.00 alle 17.00

Liturgia

In Evidenza

  • bulN.B.: Per tutto il mese di Settembre, l'apertura pomeridiana della chiesa continuerà ad essere alle ore 17
  • bulIn questa chiesa da Ottobre 2018 a Giugno 2019 trovi la possibilità di pregare con questo ritmo:
  • PREGHIERA COMUNITARIA (oltre alle messe di orario)
    LODI, dal lunedì al sabato, alle ore 7:30
    VESPRO, dal lunedì al sabato, alle ore 18:00 - la domenica alle ore 19:00
    ADORAZIONE COMUNITARIA, giovedì dalle ore 19:00 alle 20:00
    PREGHIERA PERSONALE DAVANTI ALL'EUCARISTIA
    Dal lunedì al sabato dalle ore 9:00 alle 12:00 e dalle 16:00 alle 18:00. Il giovedì anche dalle 20:00 alle 23:00
  • bulPER IL SACRAMENTO DELLA RICONCILIAZIONE (Confessione)
  • Giorni feriali: al mattino, dalle 9 alle 11; al pomeriggio, dalle 17 alle 18.
    Giorni festivi: al mattino, se possibile, mezz'ora prima delle SS.Messe - al pomeriggio, dalle 17 alle 19.