Angolo del Parroco

L’UOMO SOGNATO DA DIO
Natale: anche quest’anno viene come “dono” per la nostra vita di uomini e donne del XXI° secolo, affamati e assetati di pace, di serenità, di speranza…di futuro. Abbiamo bisogno di fermarci…abbiamo bisogno di interrompere la corsa continua che la vita quotidiana ci impone. Siamo sempre più affaticati, ansimanti per poter arrivare dappertutto; siamo sempre di corsa e vediamo ogni giorno svanire, con la luce del sole, la possibilità di riposare, felici di aver compiuto il nostro dovere ed aver fatto tutto quello che ci eravamo proposti. Ora, con l’arrivo del Natale e di tutto il tempo liturgico che lo contiene (fino alla festa dell’Epifania il 6 gennaio), abbiamo la possibilità di fermarci, di riprendere fiato, di guardare al quotidiano con la luce della stella…abbiamo la possibilità di contemplare quel Bambino che è la nostra salvezza…abbiamo l’occasione per accogliere il dono di vita e di futuro che Lui porta con sé.

Continua a leggere...

 

Riflessione sul Natale - Esperienza Personale

bulSanto Natale 2019
Questa Notte, contemplando la Grotta di Betlemme ho pensato a mia Madre, ho ammirato mio Padre e ho rivisto i miei Fratelli, maschio e femmine.
Mi sono ricordato di tutti e tutto ciò che mi è caro, a cominciare anche dai miei nonni fino ai tanti zii, cugini e nipoti, quindi alla numerosa parentela, anche a tutti coloro che sono già lassù, da dove questo Bambino è Oggi disceso!
Agli amici e conoscenti, alle persone che ho incontrato nel mio lungo Cammino di Vita.
Alla Chiesa che mi ha allevato cristianamente e quindi a tutti i sacerdoti e le suore che ho conosciuto e da ultimo, anche se ultimi non sono, ai fratelli del mio Cammino di Fede, ai miei Catechisti, alla Comunione e al Kerygma che ci lega e ci riunisce tutti, piccoli e grandi, in un solo Corpo!
In un attimo, alla velocità della Luce, ho visto nei volti di tutti la Creazione prendere forma nella mia vita, nella mia lunga storia di salvezza ricca di consolazioni, di memoriali dell'amore e della presenza di Dio.
Presenza di Dio in mia moglie e nei miei figli, nei piccoli nipotini che sperimentano quello che anch'io da piccolino gustavo nei diversi Natali vissuti nella grande e numerora famiglia: la Festa, la Gioia e l'Allegria dello stare tutti uniti davanti ad un solo Focolare!
Quel Focolore che da grande ho compreso meglio da dove avesse origine e dove tutti ci proiettava, l'Uno verso l'Altro! A Cristo Signore!
Allora ecco un altro Natale, un nuovo Natale!
Sempre nuovo e diverso dai precedenti!
Sempre ricco di doni, di perle preziose, di tesori nascosti nel campo della nostra vita: questi i veri e autentici regali! Da scoprire e poi riscoprire nuovamente! Ogni giorno!
Meraviglia delle Meraviglie!
Luce della mia Luce senza inizio!
Vita della mia Vita senza fine!

Raffaele Mele

Qualcosa in più sugli Avvisi

bulDal 18 al 25 gennaio si celebra la settimana di preghiera per l'unità dei cristiani. Il tema di quest'anno è tratto dal racconto del naufragio di San Paolo, che lo ha fatto approdare nell'isola di Malta. Alla luce di questa esperienza, presentata negli Atti degli Apostoli, tutti i cristiani sono invitati a rinnovare la loro fede nella provvidenza divina e ad aprirsi alla ospitalità fraterna.

Notizie

bulRicordo che ogni giorno, dal lunedì al sabato, l’adorazione eucaristica seguirà questo orario: mattino dalle 9.00 alle 11.00; pomeriggio dalle 16.00 alle 18.00 (eccetto il venerdì). In questi orari sarà possibile accostarsi al sacramento della Riconciliazione (Confessione), a meno di indicazioni diverse. In domenica l’adorazione eucaristica si svolgerà dalle 17.00 alle 19.00

bulIn parrocchia c’è bisogno di volontari per il servizio della portineria, in alcuni giorni della settimana, soprattutto il mercoledì pomeriggio (1° e 3° del mese, dalle 17.00 alle 19.00), il giovedì mattina (dalle 9.00 alle 12.00), il sabato mattina (9.00 – 12.00) e pomeriggio (17.00-19.00).
Chi pensa di poter dare una mano, parli con p. Maurizio

bulNella nostra chiesa, alle ore 10.30, preghiera del rosario, rito della comunione, e aperitivo. Sono invitati anziani, ammalati, e tutti coloro che desiderano unirsi.

Se c’è bisogno di aiuto nell’accompagnare le persone, rivolgetevi in portineria o ai padri.

ANGELUS

19 GENNAIO 2020
Cari fratelli e sorelle, buongiorno!
Questa seconda domenica del Tempo Ordinario si pone in continuità con l’Epifania e con la festa del Battesimo di Gesù. Il brano evangelico (cfr Gv 1,29-34) ci parla ancora della manifestazione di Gesù. Infatti, dopo essere stato battezzato nel fiume Giordano, Egli fu consacrato dallo Spirito Santo che si posò su di Lui e venne proclamato Figlio di Dio dalla voce del Padre celeste (cfr Mt 3,16-17 e par.). L’Evangelista Giovanni, a differenza degli altri tre, non descrive l’avvenimento, ma ci propone la testimonianza di Giovanni Battista. Egli è stato il primo testimone di Cristo. Dio lo aveva chiamato e lo aveva preparato per questo.
Il Battista non può trattenere l’impellente desiderio di rendere testimonianza a Gesù e dichiara: «Io ho visto e ho testimoniato» (v. 34). Giovanni ha visto qualcosa di sconvolgente, cioè il Figlio amato di Dio solidale con i peccatori; e lo Spirito Santo gli ha fatto comprendere la novità inaudita, un vero ribaltamento. Infatti, mentre in tutte le religioni è l’uomo che offre e sacrifica qualcosa a Dio, nell’evento Gesù è Dio che offre il proprio Figlio per la salvezza dell’umanità. Giovanni manifesta il suo stupore e il suo consenso a questa novità portata da Gesù, mediante un’espressione pregnante che noi ripetiamo ogni volta nella Messa: «Ecco l’agnello di Dio, colui che toglie il peccato del mondo!» (v. 29).
La testimonianza di Giovanni Battista ci invita a ripartire sempre di nuovo nel nostro cammino di fede: ripartire da Gesù Cristo, Agnello pieno di misericordia che il Padre ha dato per noi. Lasciarci nuovamente sorprendere dalla scelta di Dio di stare dalla nostra parte, di farsi solidale con noi peccatori, e di salvare il mondo dal male facendosene carico totalmente.
Impariamo da Giovanni Battista a non presumere di conoscere già Gesù, di sapere già tutto di Lui (cfr v. 31). Non è così. Fermiamoci sul Vangelo, magari anche contemplando un’icona di Cristo, un “Volto santo”. Contempliamo con gli occhi e più ancora col cuore; e lasciamoci istruire dallo Spirito Santo, che dentro ci dice: È Lui! È il Figlio di Dio fattosi agnello, immolato per amore. Lui, Lui solo ha portato, Lui solo ha sofferto, ha espiato il peccato di ognuno di noi, il peccato del mondo, e anche i miei peccati. Tutti. Li ha portati tutti su di sé e li ha tolti da noi, perché noi fossimo finalmente liberi, non più schiavi del male. Sì, ancora poveri peccatori siamo, ma non schiavi, no, non schiavi: figli, figli di Dio!
La Vergine Maria ci ottenga la forza di rendere testimonianza al suo Figlio Gesù; di annunciarlo con gioia con una vita liberata dal male e una parola piena di fede meravigliata e riconoscente.

 

Avvisi della Settimana

LUNEDI' 20 GENNAIO
Ore 18.00 Catechismo della iniziazione cristiana
Ore 20.30 Incontro del "Gruppo del Lunedì" (2° Salone)

GIOVEDI' 23 GENNAIO
Ore 19-20 Adorazione eucaristica comunitaria

DOMENICA 26 GENNAIO
Domenica della "Parola di Dio"
Ore 17.00 "Scrutatio" per i giovani della parrocchia (in cripta)

Orari Sante Messe

  • eu
  • FERIALE
  • Apertura della Chiesa: ore 6.30
  • SS.Messe: 7.00- 8.30- 18.30
  • La Chiesa resta chiusa dalle 12.30 alle 17.00
  • FESTIVO
  • Apertura della Chiesa: ore 8.00
  • SS.Messe: 9.00- 10.30- 12.00- 19.30
  • La Chiesa resta chiusa dalle 13.00 alle 17.00

Liturgia

In Evidenza

  • bulN.B.: Per tutto il mese di Settembre, l'apertura pomeridiana della chiesa continuerà ad essere alle ore 17
  • bulIn questa chiesa da Ottobre 2018 a Giugno 2019 trovi la possibilità di pregare con questo ritmo:
  • PREGHIERA COMUNITARIA (oltre alle messe di orario)
    LODI, dal lunedì al sabato, alle ore 7:30
    VESPRO, dal lunedì al sabato, alle ore 18:00 - la domenica alle ore 19:00
    ADORAZIONE COMUNITARIA, giovedì dalle ore 19:00 alle 20:00
    PREGHIERA PERSONALE DAVANTI ALL'EUCARISTIA
    Dal lunedì al sabato dalle ore 9:00 alle 12:00 e dalle 16:00 alle 18:00. Il giovedì anche dalle 20:00 alle 23:00
  • bulPER IL SACRAMENTO DELLA RICONCILIAZIONE (Confessione)
  • Giorni feriali: al mattino, dalle 9 alle 11; al pomeriggio, dalle 17 alle 18.
    Giorni festivi: al mattino, se possibile, mezz'ora prima delle SS.Messe - al pomeriggio, dalle 17 alle 19.